Polkadot, caratteristiche e applicazioni

Introduzione

Polkadot è un protocollo blockchain di nuova generazione che collega più blockchain specializzate in una rete unificata. Polkadot si basa sulla visione rivoluzionaria delle precedenti reti blockchain, offrendo in aggiunta diversi vantaggi fondamentali.

La visione è quella di un Web in cui l’identità delle persone e i dati appartengono ai proprietari e non sono di fatto sotto il controllo dei giganti di Internet. Sono quindi al sicuro da qualsiasi autorità centrale.

Questa visione ha le sue radici nei primi giorni di Ethereum, quando il fondatore di Polkadot e cofondatore di Ethereum Gavin Wood e altri hanno iniziato a pensare a come poteva essere una versione di Ethereum di successiva generazione.

Polkadot consente transazioni non solo di token digitalizzati (e quindi anche di criptovaluta) ma anche di dati di altro tipo. Il suo token di riferimento, DOT è oggi tra i primi 10 per capitalizzazione.

Caratteristiche di Polkadot

Scalabilità

Le blockchain isolate possono elaborare solo una quantità limitata di traffico. Polkadot è una rete sharded multichain, il che significa che può elaborare molte transazioni su diverse catene in parallelo, eliminando i colli di bottiglia che si verificavano sulle reti legacy che elaboravano le transazioni una per una. Questa potenza di elaborazione parallela migliora significativamente la scalabilità. Crea quindi le condizioni giuste per una maggiore diffusione e crescita futura. Le catene collegate a Polkadot sono chiamate “parachains” perché vengono eseguite sulla rete in parallelo.

Interconnessione tra blockchain

Ci sono diversi progetti che consentono l’interconnessione tra blockchains che altrimenti non potrebbero comunicare tra loro. La particolarità di Polkadot risiede nell’offrire interfacce che permettono di trasmettere anche dati non tokenizzati. Questo può essere estremamente importante per consentire l’attivazione di smart contract con dati che provengono da fonti esterne, ad esempio borse o aziende.

Architettura

Polkadot fornisce diversi modi per realizzare un’applicazione: come smart contract, su una parachain esistente, su una propria parachain, o come un parathread.

Le parachains aprono la possibilità di costruire una logica runtime complessa che sarebbe troppo costosa da eseguire con gli smart contracts.

I parathread sono come le parachain, la differenza principale tra i due è economica, poiché i parathread sono molto meno costosi da rendere sicuri rispetto a una parachain.

Le parachain si collegano a Polkadot affittando uno slot sulla Relay chain. La durata è al massimo di 96 settimane alla volta, con l’opzione di rinnovare. Gli slot Parachain sono assegnati attraverso un’asta onchain.

Il lancio di Polkadot

Nel giugno 2021, la prima parachain in assoluto, Statemine, è andata live, seguita nelle settimane successive dal primo gruppo di cinque vincitori dell’asta dei parachain di Kusama (la parachain di test di Polkadot). Da allora, un totale di 18 parachains sono state lanciate su Kusama. 

A dicembre 2021 si è completato il lancio, strutturato in fasi, di Polkadot. Cinque parachain sono diventate operative. Si tratta di: Acala, Moonbeam, Parallel Finance, Astar e Clover. 

Il lancio delle parachains su Polkadot rappresenta il culmine della visione originale delineata nel Polkadot Whitepaper nel 2016.

Tipi di applicazioni e servizi

Quasi 200 progetti sono stati o sono attualmente in sviluppo per l’ecosistema Polkadot. Si tratta di applicazioni di finanza decentralizzata (DeFi), sistemi per la data privacy, sistemi di identità digitale, social networking, IoT, giochi, robotica e logistica della supply chain.

Esempi di applicazioni operanti su Polkadot

Acala network

Acala è una rete finanziaria decentralizzata che offre una piattaforma blockchain protetta da Polkadot, così come una suite di applicazioni finanziarie cross-chain che permettono agli utenti di commerciare, emettere prestiti, diventare fornitori di liquidità e accedere a derivati. La rete è scalabile, compatibile con Ethereum e ottimizzata per DeFi.

Clover Finance

Clover è una potente piattaforma di smart contract. Essa permette agli sviluppatori e ai progetti Ethereum di migrare i loro contratti su Polkadot. Riducendo al minimo i cambiamenti necessari per eseguire sulla nuova rete i contratti Solidity già esistenti. I progetti Ethereum possono semplicemente replicare la loro dApp e distribuirla su Clover utilizzando MetaMask, Truffle, Remix e altri strumenti familiari.

Moonbeam

Moonbeam rende facile costruire applicazioni decentralizzate su Polkadot – il che significa che le DApp possono integrarsi con altre blockchain, compresi Bitcoin ed Ethereum. Con gli smart contract, Moonbeam e la compatibilità con il set di strumenti per sviluppatori Ethereum, è possibile costruire rapidamente applicazioni che lavorano con utenti e beni su chain remote, sia attraverso la compatibilità nativa Polkadot o integrazioni basate su bridge.

Parallel Finance

Parallel finance è un protocollo di mercato monetario decentralizzato che offre prestiti e  staking. I depositanti possono prestare e fare staking simultaneamente per guadagnare “doppi interessi”. Invece, i mutuatari possono dare garanzie per prendere beni in prestito.

Conclusioni

Polkagot è una delle piattaforme più innovative ed in crescita. Ciò è dovuto in particolare ad alcune caratteristiche architetturali. Ad esempio, la possibilità di interconnettere e far comunicare altre blockchains. Non solo però per trasferire beni finanziari ma anche dati di qualunque tipo. 

Si propone quindi come centro di un mondo Internet in cui il controllo dei dati e dell’identità degli utenti viene sottratto ai giganti del web restituendo agli utenti la sovranità su di essi.

Come in molti altri casi, anche qui il tempo dirà se questa missione, all’apparenza impossibile, verrà compiuta.


Vuoi sviluppare il tuo progetto usando Polkadot? Contattaci