La storia di Compound

Che cos’ è Compound?

Compound è un protocollo di mercato monetario algoritmico DeFi in esecuzione sulla blockchain Ethereum che utilizza pool di prestito per facilitare i prestiti in una varietà di criptovalute. I mutuatari possono prendere prestiti garantiti, mentre i prestatori che mettono i fondi a disposizione dei pool di prestito possono guadagnare sui loro depositi tramite token nativi appositamente emessi (COMP token). 

La nascita di Compound

Il progetto è stato creato da Robert Leshner e Geoff Hayes che nel 2017 fondano la società Compound Labs Inc. con la sua sede principale a San Francisco. Il protocollo Compound prende poi forma nel 2018 e l’attuale Compound v2 diventa operativo nel 2019. 

Il principale scopo di Leshner e Hayes era quello di dare vita ad un protocollo in grado di consentire la creazione di mercati dei cambi finanziari caratterizzati da tassi di interesse basati sulle loro attività. 

Un altro obiettivo alla base del progetto era quello di affrontare i problemi di velocità ed efficienza del sistema finanziario legacy e di rimuovere i vincoli imposti dalle organizzazioni di intermediazione. Con questa visione la società è riuscita a raccogliere finanziamenti superiori agli 8 milioni di dollari e ha distribuito oltre 4 milioni dei suoi token nativi COMP al momento del lancio. 

Come funziona Compound?

Qualsiasi utente può decidere di connettersi a Compound e guadagnare interessi, per questo motivo si parla di protocollo permissionless: chiunque abbia un portafoglio di criptovalute e una connessione Internet può interagire liberamente con esso. I fornitori e mutuatari non devono negoziare i termini come farebbero in un ambiente più tradizionale. Entrambe le parti interagiscono direttamente con il protocollo e nessuna controparte detiene fondi, in quanto i beni sono tenuti in smart contract chiamati pool di liquidità. I tassi di interesse per fornire e prendere in prestito su Compound sono dunque regolati algoritmicamente in base alla domanda e all’offerta e i detentori di token COMP hanno anche il potere di apportare modifiche agli stessi tassi di interesse. 

  • Prestare

Quando i prestatori depositano fondi in un pool di prestiti Compound, ricevono un token generico noto come “cToken” che traccia il valore delle loro attività. I cToken consentono ai prestatori di impegnarsi nel guadagnare interessi in tempo reale. 

I cToken sono generici: ad esempio, se si deposita DAI, si riceverà cDAI, ETH diventerà cETH, e così via. I cToken possono essere riconvertiti nell’ asset sottostante dai loro possessori in qualsiasi momento.

  • Prendere in prestito

Al fine di prendere fondi in prestito dalla rete Compound, gli utenti devono prima depositare garanzie a sufficienza per coprire il prestito. Come molti dei progetti DeFi, anche Compound ha alla sua base il concetto di “sovracollateralizzazione” che significa che il valore del collaterale di un mutuatario deve superare il valore del prestito che prende. L’ammontare delle garanzie che un utente deposita gli fornisce “borrowing power” che stabilirà la sua “capacità di prestito”. 

  • La governance

Il protocollo Compound ha un token nativo, il Compound Governance Token (COMP). Gli utenti che detengono COMP possono fare proposte di rete e votare su questioni come l’accettazione di nuovi tipi di garanzie, capacità di prestito, scelta degli oracoli e modelli di tasso di interesse. COMP è un token di criptovaluta negoziabile. Più COMP un utente possiede, più influenza ha sulla rete Compound. Un singolo token COMP si traduce in un singolo voto sulle questioni di governance proposte. Solo gli utenti che detengono almeno l’1% della fornitura totale di COMP possono presentare nuove proposte sulla rete. La percentuale è in crescita e potrebbe accadere che in futuro il protocollo sarà completamente governato dai possessori di token COMP.

Conclusioni

Compound è un protocollo fondamentale nel contesto DeFi anche grazie ai suoi numerosi vantaggi: è “user friendly” per i principianti, ma fornisce buone opportunità di investimento anche ai trader più esperti. Sostanzialmente, Compound costituisce un investimento relativamente a basso rischio con una potenzialità di guadagno alta. Inoltre la sua comodità di utilizzo data dalla velocità delle transazioni e dal sistema decentralizzato senza vincoli lo rende indubbiamente attraente agli occhi di molti investitori. Sicuramente c’è da tenere in considerazione il fattore della volatilità delle criptovalute e il margine di rischio intrinseco in qualsiasi investimento, dunque è sempre bene valutare tutti gli aspetti e documentarsi a dovere prima di decidere se utilizzare Compound.

Richiedi consulenza su Compound e sulla potenziale applicazione al tuo business